Preventivo Auto

Indice

Le assicurazioni auto

Assicurare l’auto è un impegno e un dovere per ogni possessore, che può tuttavia cercare di agevolare l’operazione, risparmiando anche qualche euro sul premio assicurativo, con un po’ di pazienza e buona volontà. Tutti sapete come, ormai, la rete e internet abbiano assunto gradualmente un ruolo di primo piano in questo ambito, diventando dei sostegni pressoché indispensabili quando si decide di assicurare la propria auto. Uno degli strumenti più importanti che potete utilizzare per la scelta della vostra assicurazione è senza dubbio il preventivo gratuito che vi viene offerto da numerosi siti di comparazione on line, ma anche dalle diverse agenzie del settore, che hanno deciso di operare anche tramite via telematica.
Il preventivo gratuito non vincola alla stipula del contratto e può essere richiesto in qualsiasi momento, ottenendo il riscontro immediato; in caso voleste avere maggiori informazioni rispetto a quanto esposto nel preventivo, la maggior parte delle assicurazioni da la possibilità di ottenere un contatto tramite e-mail con uno degli operatori preposti.

Come chiedere un preventivo

Richiedere un preventivo per un’assicurazione auto è più semplice di quanto non si pensi, dal momento che la maggior parte dei siti e delle agenzie mettono a disposizione dei moduli per impostati che necessitano solamente di essere compilati con i dati richiesti; una volta ultimato il preventivo, vi basterà cliccare sul pulsante di conferma per ottenere il preventivo per l’assicurazione, che può essere stampato per poterlo rivedere con calma e fare le opportune valutazioni del caso, oppure, se già si è scelto, nella maggior parte dei casi è possibile inoltrare il tutto alla compagnia che lo ha proposto per bloccarlo e avviare così le pratiche per la stipula di un contratto definitivo di polizza per l’auto.
I siti di comparazione risultano essere parecchio utili in quanto permettono di mettere a confronto due o più polizze contemporaneamente, consentendo quindi di valutare in maniera rapida e intuitiva quale delle coperture assicurative possa essere più consona alle vostre esigenze.

I dati da inserire

Per quanto riguarda i dati da inserire nel form di richiesta del preventivo, è importante che siano corretti e che corrispondano al vero,perché delle variazioni potrebbero alterare e quindi falsare il valore del preventivo, che se verrebbe confermato renderebbe poi la conseguente polizza nulla e inutilizzabile.

Innanzitutto è importante inserire i dati anagrafici del titolare e il suo luogo di residenza, che solitamente dovrebbe corrispondere con la zona in cui l’auto dovrebbe circolare con maggior frequenza; questo aspetto si rivela particolarmente importante, dal momento che in Italia esistono delle profonde differenze di premio tra le province. Non vi sarà sfuggito, infatti, che nei servizi giornalistici che ogni tanto vengono trasmessi nei telegiornali, vi sia una marcata differenza, in generale per quanto riguarda il nord e il sud, dove quest’ultimo risulta essere più caro: infatti, la provincia di Napoli è stata indicata come quella in cui il premio assicurativo pagato dagli automobilisti è il più elevato di tutta la nazione; questa discrepanza è dovuta principalmente alle medie annue relative agli incidenti e alle infrazioni commesse sulle strade, che stando ai dati diffusi a Napoli sono molto più frequenti che nel resto del Paese.

Questo valore quindi è in grado di falsare notevolmente il valore finale del preventivo se non inserito correttamente e lo stesso discorso può essere fatto con l’esperienza di guida del conducente principale del veicolo; tutti sapete che le assicurazioni utilizzano molto il sistema delle classi di merito per identificare la fascia in cui collocare l’assicurato: ovviamente un conducente con grande esperienza di guida, statisticamente causa meno incidenti di un neo patentato alle prime armi e per questo motivo viene premiato dalla compagnia e inserito in una classe di merito bassa che gode di un premio inferiore perché per l’assicurazione la sua esperienza è una garanzia; ma questo non basta, perché gli incidenti causati incidono sulla classe di merito a prescindere dall’esperienza di guida, quindi se entro un certo numero di anni risultano degli incidenti con colpa, la classe di merito verrà assegnata di conseguenza.

Su questo punto è bene indicare, al momento della compilazione della domanda di preventivo, di volersi avvalere o meno del cosiddetto ‘Decreto Bersani’, che consente di assicurare il proprio veicolo utilizzando la classe di merito di un parente convivente che sia inserito in una fascia inferiore alla vostra.

Ma oltre ai dati anagrafici e non dell’assicurato, sono indispensabili anche i dati del veicolo, in particolare all’assicurazione interessa sapere quali rischi e in quale probabilità questi possano verificarsi; infatti, per fare qualche esempio, nel form potrebbe essere richiesto di indicare se la vettura alla notte dorme in un parcheggio coperto (tipo garage) oppure se dorme in strada: questo è importante perché ovviamente, se l’auto di notte viene lasciata in un parcheggio pubblico incustodito, il rischio che subisca danni è più elevato e di conseguenza la polizza potrebbe risultare più elevata; stesso discorso viene fatto con i sistemi di sicurezza e antifurto del veicolo che se presenti, e se previsto dalla compagnia assicuratrice, permettono uno sconto sul costo finale della polizza.

E’ inoltre sempre richiesto di indicare l’età del veicolo, solitamente riconducibile al periodo di prima immatricolazione; uno degli svantaggi delle polizze online, è per esempio quello che alcune rifiutano di mettere sotto copertura veicoli che superano una certa età, perché secondo una logica statistica potrebbero causare più problemi rispetto al premio che l’assicurato dovrebbe pagare.